Aeroporti di Puglia tocca i 7,5 milioni di passeggeri

Sette milioni e mezzo di passeggeri (più precisamente 7,49 milioni), per un incremento anno su anno del +7,2%. E’ questo il risultato per il 2018 degli aeroporti di Bari e di Brindisi. Se su base annua il traffico di linea è cresciuto del +7,4%, è ancor più netto l’incremento per la linea internazionale che, con 2,65 milioni di passeggeri, ha segnato un +18,2% rispetto al 2017. Record anche per Bari, dove per la prima volta è stata superata la soglia dei 5 milioni di passeggeri.

“Il consuntivo del traffico 2018 su Bari e Brindisi testimonia l’eccellente lavoro svolto, in raccordo con la regione, per sviluppare i collegamenti e, con essi, per migliorare la capacità attrattiva della Puglia e di tutta l’area sud est del Paese – ha spiegato il presidente di Aeroporti di Puglia Tiziano Onesti -. Grande l’attenzione dedicata allo sviluppo del network internazionale: il 2018 si è caratterizzato, infatti, per l’avvio di numerosi collegamenti, tutti importanti, su Bari e Brindisi. Tra questi il volo per Mosca, lungamente atteso, che oltre ad aver migliorato l’accessibilità da un mercato con un alto potenziale di crescita ha rinsaldato, in chiave di modernità e efficienza, gli storici legami con il popolo russo”.

“Quando l’impegno è sinergico e gli obiettivi sono chiari i risultati si vedono – ha rimarcato l’assessore all’industria turistica e culturale Loredana Capone -. Un grande lavoro di squadra che è ancora in corso e non solo per favorire nuovi collegamenti ma anche per migliorare la capacità attrattiva della Puglia in modo che lo sviluppo dei voli diretti internazionali vada di pari passo con lo sviluppo di una regione sempre più dinamica sul piano economico e sempre più accogliente sul piano turistico”.